Il protagonismo dei laici

1 maggio - II domenica di Pasqua

Da alcuni mesi ormai le nostre parrocchie hanno iniziato un percorso di pastorale d’insieme che viene chiamato Comunità pastorale.

Sarebbe interessante e utile approfondire le motivazioni originanti e, più implicitamente, riflettere sulla presenza della fede in Occidente e, in particolare nel nostro territorio perché ci aiuterebbe a prendere coscienza della realtà tralasciando immediatamente obiezioni e forme di ostruzionismo a dir poco anacronistiche.

Non c’è dubbio che molte sono le fatiche sperimentate perché si tratta di accompagnare il passaggio da una Chiesa incentrata sulla gerarchia a una Chiesa dove tutti, preti e laici, pur nella diversità di carismi e di servizio, sono protagonisti dell’annuncio del Vangelo.

Proprio per questo motivo non sfugge a nessuno quanto sia importante continuare una attenta riflessione in vista di scelte condivise.

Il cardinale Dionigi, con coraggio e atteggiamento profetico non perde occasione per ricordare che:

  1. il Vangelo è per tutti, non solo per i “nostri” per quelli cioè che ci sono più vicini, più affini per tradizione, mentalità, cultura, modi di vivere e intesa psicologica

  2. ogni discepolo di Cristo ha una sua vocazione specifica nella comunità dei credenti. Nel libro degli Atti degli Apostoli, proposto quasi per intero nel tempo di Pasqua, emerge come la Chiesa di Antiochia dove i discepoli vengono chiamati per la prima volta cristiani,trae la sua origine dall’annuncio e dalla testimonianza di semplici cristiani, da coloro che oggi chiameremmo fedeli laici.

Leggendo con attenzione quanto accaduto agli inizi della vita della Chiesa si può riconoscere che ogni credente trova nel Battesimo la fonte che genera il dono e la responsabilità di essere testimoni di Gesù Risorto e annunciatori del suo Vangelo nel mondo.

Per favorire il rinnovarsi di una comunità che insieme prende a cuore questa realtà di annuncio sembra necessario non perdere tre appuntamenti nel mese di maggio che oggi inizia:

  • mercoledì 4 maggio alle ore 15.00 oppure alle ore 21.00

Il Concilio Vaticano II “Pentecoste del nostro tempo” con mons. Luigi Bettazzi, padre conciliare e già Vescovo di Ivrea

  • giovedì 12 maggio alle ore 21.00 a Masnago “la cripta

La Chiesa: popolo di Dio in cammino” con prof. Marco Vergottini, teologo

  • giovedì 19 maggio alle ore 21.00 a Masnago “la cripta

“la Chiesa in dialogo con il mondo” con prof. Marco Vergottini, teologo

Anche attraverso questi incontri sarà possibile farci collaboratori attivi nell’annuncio del Vangelo.

don Mauro

 
<< Inizio < Prec. 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 Succ. > Fine >>